La nuova ordinanza del governatore campano

Tutti i viaggiatori in arrivo alle stazioni ferroviarie della Campania con treni che effettuano collegamenti interregionali, o all’aeroporto, dovranno sottoporsi da domani alla rilevazione della temperatura corporea e, in caso di temperatura pari o superiore a 37,5 gradi, a test rapido Covid-19 ed eventuale tampone. E’ una delle prescrizioni contenute nell’ordinanza 54 firmata ieri dal presidente della Giunta regionale, Vincenzo De Luca, e valida fino al 15 giugno.

Il provvedimento prevede anche che tutte le persone provenienti dalle altre regioni italiane o dall’estero hanno l’obbligo, in caso di comparsa di sintomi, di avvertire immediatamente il Dipartimento di prevenzione della ASL competente e il proprio medico. Per i servizi di trasporto pubblico locale di linea terrestri (su ferro e su gomma) e per quelli non di linea e’ confermata la riattivazione nella misura del 100 per cento dei servizi programmati in ordinario; riattivazione completa anche per i servizi marittimi al fine di garantire la continuita’ territoriale con le isole del Golfo di Napoli.

ad

Le aziende di trasporto, i dipendenti e gli utenti devono rispettare le misure precauzionali, compresa l’utilizzazione dei dispositivi di protezione individuale. Le persone dirette verso le isole di Capri, Ischia e Procida, hanno l’obbligo di osservare diverse disposizioni tendenti ad accertare lo stato di salute. Per coloro che provengono da da altre regioni italiane e dall’estero c’e’ l’obbligo per i viaggiatori che usufruiscono di servizi di linea di imbarcarsi unicamente con traghetti di linea e dalle sole stazioni di Napoli Porto di Massa e Pozzuoli; occorre fare la prenotazione online almeno 24 ore prima della partenza, in modo da consentire la piu’ celere organizzazione dei controlli sanitari; bisogna presentarsi al’imbarco almeno un’ora prima della partenza, per consentire i controlli.

Inoltre, esiste l’obbligo per tutti i viaggiatori di sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea e, se superiore a 37,5 c.c., al test rapido Covid-19 mentre c’e’ il divieto di imbarco per i viaggiatori che presentano una temperatura corporea superiore a 37,5 gradi.