giovedì, Giugno 30, 2022
HomeNotizie di SportCalcioRevenge porn e stalking, indagato Angelo Paradiso. L'ex calciatore di Napoli, Lazio...

Revenge porn e stalking, indagato Angelo Paradiso. L’ex calciatore di Napoli, Lazio e…

Stalking e revenge porn: Angelo Paradiso, l’ex centrocampista del Napoli e del Lecce (ha collezionato 3 presenze in Serie A) è sotto inchiesta dopo la denuncia di una giovane attrice

Angelo Paradiso, l’ex centrocampista del Napoli e del Lecce (cresciuto nelle giovanili della Lazio, 3 presenze in Serie A) è indagato per la diffusione illecita di video sessualmente espliciti, oltre che per stalking, estorsione e diffamazione ai danni della sua ex fidanzata, una giovane e famosa attrice che lo ha denunciato.

Un filmato hard fatto circolare su Whatsapp senza alcun consenso. Un caso di revenge porn. I protagonisti dell’inchiesta della procura sono nelle vesti dell’indagato, un ex calciatore di serie A e in quelli della vittima, una giovane attrice E.M.

La loro è stata una relazione brevissima. Poi l’incubo per la donna. Angelo Paradiso, ex centrocampista di Napoli e Lecce, cresciuto nelle giovanili della Lazio, adesso è sotto inchiesta per diffusione illecita di video sessualmente espliciti, stalking, estorsione e diffamazione. Nei giorni scorsi l’uomo ha subito una perquisizione. Gli agenti della squadra mobile, della quarta sezione, vogliono verificare le accuse mosse dalla vittima. Per questo motivo, adesso, verrà analizzato il suo cellulare.

Gli investigatori vogliono capire se dal suo smartphone si stato realizzata la registrazione e poi la diffusione clandestina di un loro rapporto intimo.
L’attrice punta il dito contro Paradiso anche per tutta una serie di altri comportamenti oltre il lecito che hanno portato i pm alla contestazione di tutta una serie di reati.

Dopo la rottura, l’ex calciatore avrebbe continuato a tormentarla, seguendola agli appuntamenti, spuntando all’improvviso in strada e spacciandosi addirittura come suo manager in alcune occasioni. L’attrice gli avrebbe più volte detto di non continuare ma l’ex calciatore avrebbe insistito, racconta “Repubblica”. Adesso in procura verrà analizzato il telefonino dell’uomo alla ricerca di prove, soprattutto per l’accusa più grave. La divulgazione di un video che sta danneggiando la carriera della giovane attrice.

Leggi anche...

- Advertisement -