Il noto ospedale è stato affollato di accessi e ricoveri, a tal punto da dover momentaneamente chiudere il pronto soccorso

Ieri l’Ospedale Cardarelli era talmente affollato di ammalati che si è stati costretti a chiudere gli accessi ed i ricoveri al pronto soccorso: nell’area delle emergenze, c’era una affluenza record di 130 pazienti. Il manager del pronto soccorso ha disposto uno stop, inviato anche al 118, per evitare che arrivassero ancora altre ambulanze. La disposizione straordinaria prevedeva l’unica eccezione di accogliere i codici rossi ed estreme urgenze.

ad

Secondo quanto riporta l’edizione del Mattino, a firma di Melina Chiapparino, lo stop alla struttura ospedaliera è iniziato dalle 8.30 di ieri mattina, con l’inoltro formale del documento che disponeva il temporaneo blocco dell’attività ricettiva del pronto soccorso al 118 locale. Non è stata di certo la prima volta che il Cardarelli si è ritrovato affollato di pazienti non Covid, quindi ammalati ordinari in attesa di ricoveri ma, ieri, la situazione stava diventando talmente ingestibile che l’unica soluzione è stata bloccare il pronto soccorso per far decongestionare l’intera struttura ospedaliera.

Riproduzione Riservata