I finanzieri del comando provinciale di Napoli hanno trovato e sequestrato nel capoluogo campano 11 reperti di interesse storico e archeologico risalenti a varie epoche. In particolare, militari del I Gruppo Napoli, insieme ai colleghi della tenenza di Ischia, hanno scoperto in una residenza privata diversi beni di interesse storico/archeologico utilizzati come arredamento.

ad

 

L’ispezione della struttura ha consentito di individuare 11 reperti risalenti a diversi periodi storici, compresi fra il V e il XIX secolo, fra i quali diversi elementi architettonici come parti di Lesene (fusti a piante rettangolare di solito addossato a pareti), colonne e figure mitologiche, coppe intarsiate, scodelle, anfore di ceramica dipinte e una statuetta votiva. Gli oggetti, a disposizione dell’autorità giudiziaria, saranno sottoposti, a cura della Soprintendenza archeologia delle belle arti e paesaggio per l’area metropolitana di Napoli, a una precisa perizia tecnica e a un lavoro di restauro, per poi essere esposti al pubblico. Il responsabile, un cittadino italiano, è stato denunciato per il reato di ricettazione.