Non una semplice lezione accademica ma un reading-concerto in cui, anche con l’ausilio di musicisti e attori professionisti, sono stati esposti, in forma divulgativa, i temi di alcune opere del filosofo napoletano a Giambattista Vico. L’appuntamento, che si è tenuto quest’oggi, nella Sala del Capitolo del Convento di San Domenico Maggiore di Napoli, ha visto affrontate, informa una nota dell’Istituto per la storia del pensiero filosofico e scientifico moderno del Cnr, “tematiche molto attuali perché consentono di riflettere con maggior consapevolezza sul ruolo delle scienze umane nell’era delle digital humanities”.

ad

L’Istituto, in quanto emanazione del vecchio Centro di Studi Vichiani, svolge anche una funzione di supervisione riguardo la pubblicazione delle maggiori opere di Vico e coordina le attività inserite nel calendario del Maggio dei Monumenti che quest’anno è dedicato proprio al filosofo partenopeo.

Riproduzione Riservata