Luigi de Magistris
Luigi de Magistris

Il sindaco di Napoli apre uno spiraglio in merito a una sua candidatura per la corsa a Palazzo Santa Lucia.

“Sciogliero’ definitivamente la riserva entro una settimana”: Luigi De Magistris, sindaco di Napoli, interviene ai microfoni de ‘Il mattino di Radio 1′ aprendo uno spiraglio sulla possibilita’ di una sua candidatura alle prossime elezioni regionali campane. “A settembre si vota per le regionali e a giugno prossimo scade il mio secondo mandato, io come priorita’ vorrei finire il mandato perche’ e’ un anno molto importante per la mia citta’, e’ un anno difficile e amo talmente la mia citta’ che l’opzione principale e’ quella di continuare fino alla fine del mandato e non candidarmi alle regionali ma sciogliero’ definitivamente la riserva entro una settimana”, ha precisato.

Sulla gestione dell’attuale presidente De Luca, il sindaco di Napoli ha sottolineato che “e’ andata bene sul piano sanitario perche’ sono stati molto bravi i campani. La regione Campania si era presentata all’inizio del virus con 300 posti in terapia intensiva su 6 milioni di abitanti. Lo smantellamento della sanita’ pubblica in questi anni e’ stato spaventoso”.

ad

“Poi – ha spiegato – non so se sia un centro sinistra quello di De Luca perche’ c’e’ anche Mastella, Pomicino, De Mita, pezzi di centrodestra. Eticamente e politicamente non potrei mai sostenere De Luca e poi in questo momento, girando per la citta’, e’ molto complicato fare campagna elettorale. Penso che la gente in questo momento vorrebbe unita’. Per la gestione sanitaria De Luca ha seguito la linea di rigore del governo quindi la valutazione e’ positiva ma si sta caricando dei meriti sanitari che non ha. Io dico a volte che ce l’abbiamo fatta nonostante le politiche regionali di De Luca. Per il resto in questi 5 anni per me la sua gestione e’ stata fallimentare pero’ siccome l’aspetto mediatico in politica e’ molto forte e lui e’ stato bravo a comunicare in queste settimane credo – ha concluso De Magistris – che vincera’ le elezioni di settembre”.