La consigliera regionale Valeria Ciarambino e il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio
Valeria Ciarambino e Luigi Di Maio

“Il fatto che a livello nazionale si stia cercando di dare risposte al Paese, in un momento molto delicato, con una figura alta di garanzia come Giuseppe Conte, non cancellera’ mai lo sfacelo creato da De Luca a livello campano. Pur avendo governato con la Lega, non ci siamo mai sognati di parlare di alleanze a livello locale. A maggior ragione non lo faremo in Campania con De Luca”. Cosi’ Valeria Ciarambino, capogruppo regionale campano del Movimento 5 Stelle in un’intervista al Corriere del Mezzogiorno.

Nulla implica un accordo di governo realizzato per “una pessima legge elettorale che non consente la governabilita’ ad una singola forza politica” con “presunte e impossibili alleanze” a livello locale. Quindi qualunque accordo a livello nazionale non potra’ ridurre le distanze “tra chi fa politica per la gente e chi, invece, soltanto per accumulare poltrone. Ne’ potranno mai essere condonate – rimarca Ciarambino – le nefandezze di De Luca ai danni dei cittadini della Campania. Siamo l’unico superamento alle stagioni dei De Luca, Caldoro e Bassolino”.

 

Per la capogruppo pentastellata in consiglio regionale, stante l’assenza di alleanze in precedenza, alle prossime regionali il M5S si proporra’ per governare la Campania “proprio per cancellare un decennio di nefandezze targate centrosinistra e centrodestra. E’ da quando siamo entrati in Consiglio regionale che proviamo a migliorare le schifezze targate De Luca o a fare proposte, rigettate sistematicamente solo perche’ a firma M5S. C’e’ da lavorare su tanti temi e noi siamo disponibili a offrire il nostro contributo come sempre”.

Si parte dalla sanita’ regionale da riformare. “Sul tavolo – sostiene Ciarambino – bisogna portare subito i temi dei trasporti e quello piu’ contingente dei rifiuti. La crisi provocata dalla chiusura dell’inceneritore di Acerra da’ ragione a chi, come noi, tre anni fa ha osteggiato in aula una legge e un piano rifiuti che si sono rivelati inefficaci. De Luca cominciasse, intanto, ad assumere i navigator, cosi’ da far partire la fase 2 del Reddito di Cittadinanza anche in Campania. Grazie a lui – conclude – siamo diventati lo zimbello di tutta Italia”.