caldoro
Stefano Caldoro, ex presidente della Regione Campania

La rivelazione da fonti interne della Lega.

“La Lega sta ragionando di programmi e squadra, il dibattito sui candidati governatori verra’ dopo”. Lo si apprende da fonti della Lega, a proposito della candidatura di Stefano Caldoro alle elezioni regionali in Campania, annunciata ieri da Silvio Berlusconi parlando esplicitamente di un accordo con Salvini e Meloni.

“Sul nome del candidato non ci risulta si sia chiuso alcun accordo. L’intesa che c’e’ e’ che in Campania sia Fi a dover individuare il nome del candidato pero’ non c’e’ nulla di deciso. Cosi’ come per la Puglia e le Marche spetta a Fdi indicare il nome”. E’ quanto ribadiscono fonti di Fratelli d’Italia in merito alla candidatura di Caldoro proposta da Berlusconi come frutto di un accordo del centrodestra.

Amedeo Laboccetta (Polo Sud): Berlusconi, pecca in opere e omissioni, su Dell’Utri non parla su Caldoro ha parlato troppo presto

“Il bluff di Berlusconi rispetto alla candidatura del candidato governatore della Campania non e’ durato neppure lo spazio di un mattino. Ieri l’ex Premier aveva dichiarato che sul nome di Stefano Caldoro vi fosse l’ok di Salvini e Meloni. La Lega lo ha gia’ clamorosamente smentito. Per ora si parla di programmi, poi dopo verra’ il nome. Punto. E adesso aspettiamo di conoscere anche il pensiero di Giorgia Meloni sul tema. Ma caro Berlusconi, visto che al processo di Dell’Utri, sbagliando di grosso, hai fatto scena muta, ieri hai voluto straparlare facendo, come si e’ visto, una pessima figura”. Lo dichiara in una nota l’ex deputato di Napoli Amedeo Laboccetta.