Luigi de Magistris
Luigi de Magistris

La corsa verso Palazzo Santa Lucia.

“Con umiltà lo dico, uno schieramento senza Napoli è un laboratorio fallimentare. Se si punta su di me con una coalizione civica regionale posso anche pensare a fare un passo avanti”. A dirlo è il sindaco di Napoli alla trasmissione “Rebus” in onda ieri sera su Canale21. In caso contrario il primo cittadino è pronto ad andare avanti con la lista ‘Uniti per De Magistris’, “una forza motrice in grado di appoggiare un candidato forte per vincere alla regione. Costruire una coalizione è il primo passo. Costa unisce ma, ripeto, De Luca divide”.

De Magistris traccia un quadro delle suppletive che faranno da apripista per le prossime elezioni regionali: “È un pezzo di città che vota. Sosteniamo Ruotolo però effettivamente sulle regionali il quadro è confuso. Il centrodestra non ha un candidato, la mossa dei cinque stelle è apprezzabile con Costa che unisce mentre De Luca divide. La Campania deve attendere la voce del Segretario nazionale. Vogliamo costruire e contribuire con una lista civica. È un quadro in evoluzione”. “Non sono così certo che De Luca sia il candidato. Se il PD mostra coraggio ed i cinque stelle fanno un passo avanti e costruiamo una colazione, anche noi con un candidato forte crediamo di vincere. Che sia Caldoro o Tommasetti” conclude.

ad