“I casi di falsi redditi di cittadinanza vengono scoperti di volta in volta e questo dimostra l’attenzione dell’Inps, in collaborazione con la Guardia di Finanza e con gli ispettori. C’e’ attenzione e oggi possiamo dire con ragionevole certezza che chi riceve il reddito ne ha veramente bisogno”. Lo ha detto oggi a Palermo il presidente dell’Inps Pasquale Tridico. “Ma c’e’ di piu’ perche’ spesso l’utenza piu’ fragile, piu’ debole non viene raggiunta – ha sottolineato – i poveri, per intenderci quelli che dormono per strada, non sanno nemmeno cosa sia un Isee o un Caf, per questo abbiamo lanciato in 5 citta’ Napoli, Roma, Milano, Bologna, Torino un programma che si chiama ‘Inps per tutti'”.

ad

 

“Attraverso unita’ mobili camper e gazebo l’Inps – ha detto Tridico – va nelle mense dei poveri, nelle stazioni di treni e metropolitane e in collaborazione con i servizi sociali dei comuni, catturiamo e cerchiamo di catturare le decine di migliaia di senza tetto alle quali, se ci sono i requisiti reddituali e patrimoniali, eroghiamo il reddito di cittadinanza, quindi incassando la domanda direttamente”. “Oggi a Palermo e domani a Catania, e diffondendo il programma secondo le esigenze anche in tutte le citta’ d’Italia, cercheremo di avviare dei progetti che portino l’Inps dove la marginalita’ esiste. – ha spiegato – A Palermo c’e’ un progetto gia’ da anni, in collaborazione con il Comune, con la presenza di personale Inps nelle circoscrizioni dove c’e’ maggiore bisogno”.