giovedì, Gennaio 27, 2022
HomeNotizie di CronacaRapine in successione nel Vesuviano fingendo di impugnare una pistola: preso

Rapine in successione nel Vesuviano fingendo di impugnare una pistola: preso

Decisive le dichiarazioni delle vittime e le immagini di videosorveglianza delle telecamere installate in zona

I carabinieri della stazioni di Sant’Anastasia e Somma Vesuviana, in provincia di Napoli, hanno individuato e fermato un 26enne che il 19 giugno scorso aveva compiuto – secondo l’accusa – due rapine in rapida successione, fingendo di impugnare una pistola.

La prima ai danni di una coppietta appartata in un luogo isolato del Vesuviano, la seconda al titolare di un distributore di carburanti di Somma Vesuviana al quale ha sottratto la somma di 80 euro. Grazie alle dichiarazioni delle vittime e alle immagini di videosorveglianza delle telecamere installate in zona, i carabinieri hanno in poco tempo individuato e sottoposto a fermo di indiziato di delitto il 26enne (del quale al momento non sono state diffuse le generalità).

L’uomo continuava ad aggirarsi nella limitrofa Sant’Anastasia a bordo della propria autovettura con la quale aveva anche avvicinato le vittime.Dopo l’udienza di convalida, è stato sottoposto ai domiciliari.

Leggi anche...

- Advertisement -