L’indagine.

Due diverse bande, dedite a furti, scippi e spaccio di droga, sono al centro di una indagine della polizia a Napoli che ha portato il gip partenopeo a emettere 11 misure cautelari in carcere. I fratelli Fabio e Vittorio Maranta, rispettivamente 45 e 28 anni, insieme ai loro complici, devono rispondere di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di una serie di reati contro il patrimonio, rapina aggravata, furto aggravato, lesioni personali, porto e detenzione di armi, cessione di sostanza stupefacente. L’inchiesta della Squadra Mobile e’ partita dalla rapina di un orologio nel centro cittadino il 28 maggio 2017 ai danni di una turista straniera, e abbraccia un arco temporale che da luglio di tre anni fa arriva fino a gennaio 2018.

I due fratelli Maranta, insieme a Umberto Ioia, 64 anni, e Ciro Iafulli, 39 anni, costituiscono il primo gruppo che ha aveva come attivita’ principale la realizzazione di numerosi furti ai danni di automobilisti, consumati con la tecnica della ‘foratura dello pneumatico’, facendo cioe’ accostare e uscire dall’abitacolo il guidatore di una vettura per rubare tutto quello che e’ all’interno mentre l’uomo e’ impegnato a cambiare la gomma. Accertati almeno 5 casi, e, inoltre, l’analisi di immagini di viedosorveglianza ha mostrato che Iafulli era anche uno spacciatore di cocaina.

ad

Il secondo gruppo era formato da Giuseppe Scafaro, 47 anni, Nicola Baldi, 39 anni, Marco De Stefano, 31 anni e Antonio Gaudino, 55 anni, ed era specializzato nella commissione di furti con strappo (scippi) e rapine di orologi di valore. In giro per le strade del centro cittadino, i quattro individuavano una vittima, quasi sempre un turista straniero, e la pedinavano sia a piedi che a bordo di scooter; quando si accorgevano che era distratta, un complice interveniva eseguendo materialmente lo scippo del prezioso orologio si dava poi alla fuga a bordo di un ciclomotore. Al gruppo in parola sono contestati rapine, lesioni personali e furto con strappo commessi dal mese di agosto 2017 a gennaio 2018. Arrestati anche Mariano Martusciello, 32 anni, e Antonio Paolella, 37 anni, esperti rapinatori di orologi Rolex dei Quartieri Spagnoli, estranei ai due gruppi ma che nel corso delle indagini tra agosto e settembre 2017 hanno eseguito due scippi.

Comments are closed.