I carabinieri sul luogo dell'impatto tra l'auto di Giuseppe Greco e lo scooter con a bordo Ciro Chirollo, e Domenico Romano dopo la rapina

Il 26enne, dopo aver subito il furto del Rolex, sotto minaccia di una pistola, si sarebbe messo all’inseguimento dei due malviventi, investendoli con la sua Smart.

Giuseppe Greco, 26 anni, da ieri sera si trova in carcere, a Napoli, con l’accusa di essere il responsabile della morte di Ciro Chirollo e Domenico Romano, rispettivamente 30 e 40 anni. Secondo quanto ricostruito dalle indagini, con l’ausilio dei video e delle testimonianze raccolte, Greco, al contrario di quanto da lui stesso dichiarato, avrebbe subito la rapina solo del Rolex e non anche della Smart.

Con cui, invece, avrebbe inseguito e speronato lo scooter su cui viaggiavano, lungo il tratto tra Marano e Villaricca, i due malviventi, armati di una pistola semiautomatica con tanto di colpo in canna, provocandone la morte sul colpo a seguito della caduta.

ad
Riproduzione Riservata