venerdì, Settembre 30, 2022
HomeNotizie di CronacaRapina, finti carabinieri arrestati da quelli veri e condotti a Poggioreale

Rapina, finti carabinieri arrestati da quelli veri e condotti a Poggioreale


Secondo l’accusa si sono finti carabinieri per mettere a segno il colpo. I finti militari dell’Arma, alla fine sono stati catturati da quelli veri, a Prato. In carcere, con l’accusa di rapina a mano armata, sono finite tre persone di Afragola (Napoli) – Michele Langella Esposito di 60 anni, Giuseppe Riano di 33 anni, e Antonio D’Avino (38 anni) – che lo scorso maggio si sarebbero finti carabinieri e avrebbero rapinato in casa, una coppia di giovani cinesi con la donna in stato di gravidanza.

AIUTACI CON UN LIKE A MANTENERE
L’INFORMAZIONE LIBERA E INDIPENDENTE

Secondo la ricostruzione effettuata dalle forze dell’ordine, i tre, nella frazione di Galciana, a ovest di Prato, si sarebbero presentati alla porta dicendo di essere carabinieri e di dover fare una perquisizione. Minacciando la coppia con una pistola, si sarebbero poi, fatti consegnare il denaro contante, 11mila euro.

Ma chi ha messo a segno il colpo, era ignaro del fatto che le loro azioni fossero state riprese da una telecamera di sicurezza installata nell’appartamento. Proprio da quelle immagini i carabinieri sono riusciti a identificare i malviventi, comparando i loro volti con le foto archiviate nelle banche dati. Quindi l’iter che ha portato agli arresti. I tre sono adesso nel carcere di Poggioreale.

Articoli Correlati

- Advertisement -