lunedì, Gennaio 24, 2022
HomeNotizie di CronacaBanditi poco capaci: falliscono la rapina, si «accontentano» di uno scippo

Banditi poco capaci: falliscono la rapina, si «accontentano» di uno scippo

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Secondo la ricostruzione effettuata dalle forze dell’ordine, la coppia, in trasferta dal Napoletano, avrebbe agito a San Prisco (Caserta). Qui, stando all’accusa, ha tentato di rapinare dell’orologio un imprenditore edile non esitando a sparare tre colpi di pistola al rifiuto opposto dalla vittima. In manette sono finiti il 29enne Gennaro M., residente a Marano, e il 42enne Ferdinando D., proveniente dal quartiere napoletano di Scampia. Sono stati i carabinieri della stazione di San Prisco ad arrestare i due che erano in sella ad uno scooter – risultato rubato a Napoli il 12 marzo scorso – dopo averli inseguiti per alcuni chilometri.

Il fatto è avvenuto in Via Stellato a San Prisco. Secondo quanto accertato dai militari, i due, con volto coperto, hanno sorpreso, prendedolo alle spalle, un imprenditore 67enne chiedendogli di consegnare l’orologio; questi si è rifiutato e uno degli arrestati ha esploso tre colpi di pistola, uno in aria, il secondo a terra, che di rimbalzo si è conficcato in una vettura parcheggiata accanto a quella della vittima, mentre il terzo ha colpito ed oltrepassato il deflettore posteriore dell’auto dell’imprenditore. Il presunto complice di chi ha fatto fuoco, ha poi strappato la borsa alla moglie della vittima. I due sono fuggiti ma hanno incrociato i carabinieri che li hanno fermati e arrestati. Addosso avevano la borsa trafugata, che è stata riconsegnata alla vittima.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Leggi anche...

- Advertisement -