Un collaboratore di giustizia (foto di repertorio)

La confederazione formata dai gruppi Giannelli, Cutolo, Mele e Sorianiello  

L’idea di un superclan, o meglio di un vero e proprio cartello malavitoso che, secondo i piani, avrebbe dovuto gestire le attività illecite nell’intero quadrante occidentale della città partenopea. Un cartello formato da quattro gruppi, quelli dei Giannelli, Cutolo, Mele e Sorianiello. A riferire del progetto agli inquirenti, il collaboratore di giustizia Salvatore Romano, ex ras di Pianura. Il piano, dichiara il pentito, sarebbe stato ideato dal boss di Cavalleggeri d’Aosta, Alessandro Giannelli, che appunto avrebbe pensato di creare una confederazione di cosche per il controllo dell’intera area Ovest, da Bagnoli al Rione Traiano di Soccavo. La notizia è stata riportata dal quotidiano Il Roma, nell’articolo a firma del collega Luigi Nicolosi.

Riproduzione Riservata