Il lungomare di Castellammare di Stabia (foto di repertorio)

Castellammare, i carabinieri acquisiscono gli atti per progetti finanziati con denaro dell’Ue  

La Procura Antimafia mette sotto la lente quattro appalti a Castellammare di Stabia; appalti di costruttori edili stabiesi, che secondo le ipotesi dei magistrati, sarebbero legati alla criminalità organizzata e proverebbero a mettere le mani su finanziamenti comunitari. L’inchiesta è partita nel 2018, ma nelle ultime settimane si sono registrati degli accessi da parte delle forze dell’ordine. I carabinieri di stanza a Torre Annunziata e di Castellammare hanno acquisito gli atti per i progetti finanziati con le risorse della Comunità europea.

Da una intercettazione allegata all’inchiesta del 2018 emerge che un costruttore, parlando con sua moglie, parla di presunti accordi per aggiudicarsi appalti pubblici. Dal dialogo si evince anche l’esistenza di un sistema imbastito per il controllo di circa 14 milioni di euro, che la Ue avrebbe messo a disposizione del Comune di Castellammare, attraverso la Regione Campania, per la realizzazione di alcuni progetti. La notizia con gli accessi delle forze dell’ordine, registrati nelle ultime settimane, è stata riportata dal quotidiano Metropolis.

ad
Riproduzione Riservata