martedì, Ottobre 4, 2022
HomeNotizie di CronacaSangue ai Quartieri: nuove intercettazioni nel raid dei babysicari

Sangue ai Quartieri: nuove intercettazioni nel raid dei babysicari

Innocenti feriti nel raid, il piano del commando prevedeva caos nel pomeriggio: giovanissimi, spregiudicati e pronti a tutto.

Il loro sogno era quello di diventare i nuovi ras dei Quartieri Spagnoli, e adesso si ritrovano con le manette ai polsi. Nel raid di cui si sono resi responsabili, sono rimasti feriti due operai, mentre l’obiettivo designato, Giuseppe Postiglione, si è dileguato. I sei “uomini” sono stati arrestati, ma dalla lettura degli atti dell’indagine, emerge un retroscena che lascia evincere il grado di ferocia dei sicari: l’indagato Giuseppe Basile avrebbe riferito a suo fratello Ciro che sarebbe andato a volto scoperto, e quest’ultimo lo avrebbe incoraggiato ad andare di pomeriggio per fare bordello.

Questa intercettazione è uno dei punti cardine per il provvedimento cautelare in carcere per Giuseppe Basile, 23 anni, Francesco Cannola, 22 anni, Carmine Nocerino, 24 anni, Massimiliano Verrano, 41 anni, Mario Marotta, 21 anni, e G. P. M. di 16 anni. Tentato omicidio plurimo, detenzione illecita e porto abusivo in luogo pubblico di arma comune da sparo, reati aggravati dalla finalità mafiosa. I fatti ricostruiti riguardano un periodo che va tra il 16 giugno al 31 marzo scorsi.

Articoli Correlati

- Advertisement -