TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

di Giancarlo Tommasone

ad

Capita anche questo dalle parti del Vasto. Dove un cittadino di origine africana, nel cuore della notte dello scorso sabato, ha letteralmente bussato alle porte di tutti i condomini di una palazzina in Via Torino, destandoli dal sonno, chiedendo di essere ospitato.

In molti hanno temuto che l’uomo
potesse essere armato o comunque pericoloso, magari perché sotto l’effetto
di alcol o droga, e alla fine nessuno
lo ha fatto entrare in casa

A questo punto, il visitatore notturno non si è perso d’animo. Ha recuperato un paio di pedane di legno ed ha approntato un letto di fortuna su un pianerottolo del palazzo. Grande la sorpresa, quando la mattina dopo, gli abitanti dello stabile hanno notato la scena. Nessuno, però, ha allertato forze dell’ordine o i servizi sociali, anche perché, ha dichiarato una condomina a Stylo24: «Era una persona che aveva bisogno di ripararsi e in quel caso abbiamo sopperito alle mancanze di chi ha abbandonato i bisognosi e il Vasto al suo destino, condannandoli al degrado».

Lo stesso copione si è ripetuto, con una modalità
leggermente diversa, la notte scorsa

Questa volta, forse a causa del caldo, l’uomo ha deciso di dormire davanti all’entrata del palazzo in questione. Ha posizionato il suo «letto» ed ha praticamente costretto gli abitanti dello stabile a «saltarlo», se avessero voluto entrare o uscire. «Qui al Vasto – dichiara ancora la donna che ha documentato l’accaduto con le foto che pubblichiamo – nessuno è razzista, lo vogliamo sottolineare. Anche perché, in caso contrario, nonostante abbiamo paura, non avremmo dato ospitalità nel nostro palazzo a quella persona che ha svegliato tutti nel cuore della notte. Il punto è che il Comune e le istituzioni sono assenti, si fanno notare solo attraverso un’opera superficiale e saltuaria di controlli, e le classiche comparsate. Inoltre, chi dovrebbe essere deputato all’accoglienza e pagato per farlo, si riempie le tasche», mentre le persone «che si dice di accogliere, devono arrangiarsi a dormire sul ballatoio di un palazzo o addirittura per strada».

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Riproduzione Riservata