Maria Paola Gaglione
La foto del profilo Facebook della vittima, Paola Maria Gaglione

Il gip ha convalidato le accuse di omicidio preterintenzionale

Rimane in carcere Michele Antonio Gaglione, 25 anni, fratello di Maria Paola Gaglione, 22 anni, la ragazza deceduta tragicamente nei giorni scorsi dopo essere caduta dallo scooter sul quale viaggiava con il compagno trans. Lo ha deciso il gip Fortuna Basile di Nola (Na). Il ragazzo, è accusato dell’omicidio preterintenzionale della sorella aggravato dai futili motivi.

La versione del fratello

“L’ho inseguita a bordo del mio scooter, ma non l’ho uccisa. Non ho provocato io l’incidente. Volevo solo chiederle di tornare a casa: aveva fatto le valigie ed era scomparsa, gettando tutta la famiglia nella disperazione”. E’ questa, secondo il legale Domenico Paolella, e riportato dall’Ansa – la tesi difensiva che Michele Gaglione, fermato per omicidio preterintenzionale dopo la morte della sorella Maria Paola, ha ribadito stamane durante l’udienza di convalida davanti al gip

ad

L’ultimo messaggio di Ciro per Maria Paola

 “Dopo 3 anni ti stavo vivendo, ma la vita mi ha tolto l’amore mio più grande, la mia piccola. Non posso accettarlo perché Dio non mi ha chiamato me?”. Così Ciro Migliore in un post su Instagram rivolto alla compagna Maria Paola. “Perche proprio a te amore mio – ha proseguito Migliore – non riesco più a immaginare la mia vita senza te. Non riesco più a dormire penso a te 24 su 24 amore mio, mi manchi, mi manchi tantissimo. Eri l’unica per me, l’unica che mi amava veramente. Non posso accettarlo ancora… non ci riesco. Mi manca tutto di te. Non ho mai smesso di amarti dal primo giorno che ti ho vista. Ti amerò sempre piccola mia”, conclude Migliore. L’uomo il giorno dell’incidente era in motorino con Maria Paola.

Riproduzione Riservata