Un'aula di tribunale (foto di repertorio)

Al termine dell’udienza di convalida il presunto capopiazza del Rione Traiano è stato scarcerato e accompagnato presso la sua abitazione

La scorsa settimana, Stefano Scevola, di 47 anni, considerato un capopiazza dello spaccio di stupefacenti, nella zona del Rione Traiano, era stato fermato con l’accusa di aver provato a smerciare marijuana a dei finanzieri, che viaggiavano a bordo di una vettura civetta. Nelle scorse ore, per Scevola, si è tenuta l’udienza di convalida, al termine della quale l’uomo è stato scarcerato e trasferito ai domiciliari. Il pusher, dunque, è stato accompagnato presso la sua abitazione. Accolta la tesi della difesa relativamente al fatto che gli arresti domiciliari fossero sufficienti a garantire le esigenze cautelari. La notizia è stata riportata dal quotidiano Il Roma.  

Riproduzione Riservata