Nelle foto: i cugini ras Gaetano e Luigi Cifrone

Hanno ammesso gli addebiti contestati e preso le distanze dai loro trascorsi criminali, anche i ras Gaetano e Luigi Cifrone

Colpo di scena, ieri, nel corso del processo di primo grado che si celebra con il rito abbreviato, nei confronti di 18 imputati, accusati, a viario titolo di far parte del nuovo sistema malavitoso di Miano, quello che secondo gli inquirenti avrebbe ereditato le redini del comando e del controllo delle attività illecite, dal clan Lo Russo.

A cominciare dai cugini Gaetano e Luigi Cifrone – ras che stando a risultanze investigative, avrebbero dettato la linea per la faida registrata contro il gruppo Balzano-Scarpellini – tutti gli imputati hanno ammesso i propri addebiti e hanno dichiarato di dissociarsi dai loro trascorsi malavitosi. La notizia è stata riportata dal quotidiano Il Roma.  

ad
Riproduzione Riservata