giovedì, Ottobre 6, 2022
HomeNotizie di SportCalcioPrimato che nasce da un mercato rivoluzionario, il Napoli di Spalletti...

Primato che nasce da un mercato rivoluzionario, il Napoli di Spalletti…

Questa estate, dopo il mercato rivoluzionario del Napoli, era quello dell’inserimento dei nuovi acquisti l’interrogativo che aleggiava sulla squadra di Spalletti. Al momento la risposta è chiarissima

di Stefano Esposito

Kvara e Kim, un georgiano e un sudcoreano, manco fosse una barzelletta. Ora a ridere, anzi sorridere, sotto i baffi, è il presidente De Laurentiis, sorpreso dalla capacità dei nuovi di adattarsi da subito al progetto disegnato da Luciano Spalletti. Kvara, Kim e gli altri due, Simeone e Raspadori. Subito dentro e subito in gol, in Champions contro il Liverpool e a Ibrox, in campionato contro lo Spezia e a San Siro.

Napoli, i numeri e l’apporto dei nuovi

Non tutti si aspettavano che Kvara potesse sbocciare così presto, per giunta in autunno, la stagione dell’ambientamento, ma anche quella in cui si capisce se la vendemmia sarà buona, all’altezza delle aspettative. È stata un’ubriacatura di dribbling, assist e gol, senza mai andare fuori di testa, nonostante la giovane età. 21 anni, che si sommano ai 22 di Raspadori, ai 25 di Kim e ai 27 di Giovanni Simeone che, come un veterano, ha avuto la freddezza di battere Maignan nella sua prima a San Siro con la maglia del Napoli. Il gol che ha aperto una nuova prospettiva alle ambizioni scudetto. Come il padre a Torino 22 anni fa con la maglia della Lazio. Di padre in figlio, questione di Dna. L’urlo di Kim dopo aver stoppato l’ultimo assalto rossonero alla porta di Meret il manifesto di un’identità e di un carattere che sconfinano l’anagrafe. 95 anni in quattro. Nessuno come loro in Serie A, immediatamente integrati nel progetto azzurro, capace di rinnovarsi con la forza delle idee e con il coraggio.

Fonte: Sky Sport

Articoli Correlati

- Advertisement -