Il commento del senatore alla nomina del nuovo presidente dell’Autorità di Sistema Portuale Mar Tirreno Centrale

«Da tempo auspicavo la nomina di Andrea Annunziata come presidente dell’Autorità di Sistema Portuale Mar Tirreno Centrale». Così il senatore del Movimento 5 Stelle, Vincenzo Presutto, commenta la nomina dell’avvocato Andrea Annunziata come Presidente dell’AdSP, che dopo anni di «scelte sbagliate, finalmente, per i prossimi quattro anni, una struttura così centrale e importante della Campania potrà avere ben altre prospettive».


«Il Porto di Napoli, uno dei principali datori di lavoro della Campania – continua il senatore – e rappresentando un punto strategico gestionale, aveva bisogno con urgenza di una figura in grado di affrontare le forti criticità a cui è stato abbandonato. Per questo ringrazio il ministro De Micheli per la scelta fatta e la tempestività. Tante saranno le problematiche da affrontare, in primis la fragilità delle infrastrutture portuali, causata del mancato stanziamento di fondi per la messa in sicurezza e dalla scarsa manutenzione delle strutture che, non meno di un mese fa, hanno portato al crollo della diga foranea».

ad

«Da oggi – prosegue il senatore Presutto – la politica della gestione del Porto di Napoli parlerà finalmente un linguaggio diverso, più produttivo e attento. Personalmente, così come ho fatto finora, continuerò a battermi contro quello che ritengo un
vero e proprio scempio, ovvero l’installazione di un deposito di Gnl (gas naturale liquefatto), nella zona della Darsena orientale del porto di Napoli, praticamente tra le abitazioni di San Giovanni a Teduccio, in piena zona Sin (Siti di interesse
nazionale) e area rossa per il Vesuvio, affinché venga tutelato il territorio e con esso i cittadini».

Riproduzione Riservata