«Bisogna recuperare il tempo perso e fare dello sviluppo sostenibile una priorità», ha detto il senatore


«Il Porto di Napoli ha bisogno di essere rilanciato dal punto di vista commerciale, ma ponendo una grande attenzione per l’ambiente. Bisogna avere come priorità uno sviluppo sostenibile». Così il senatore campano del M5S, Vincenzo Presutto, a margine di un confronto avuto questa mattina con il neo presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno centrale, Andrea Annunziata. Un confronto nato dall’esigenza di portare alla luce istanze del territorio su problematiche per limitare gli errori passati, ma soprattutto idee di progetti che possano traghettare Napoli e la Regione Campania al centro di uno sviluppo senza precedenti.

«La parola d’ordine – continua Presutto – è accelerare per recuperare il tempo perso. Sappiamo come gli ultimi provvedimenti che sono stati presi nella precedente gestione hanno avuto una grande disattenzione su tematiche come la sicurezza, mettendo a rischio, in alcuni casi, la stessa incolumità dei cittadini. Ovvio che il Porto di Napoli è prima di tutto un datore di lavoro naturale non solo per Napoli ma per tutta la Regione, ma allo stesso tempo tutto questo deve essere portato avanti senza dimenticare l’ambiente e la sicurezza visto che al Porto in passato sono nate situazione insidiose, come l’aver ideato un impianto Gnl a poche centinaia di metri dalla zona abitata di Napoli e questo non dovrà più accadere».

ad
Riproduzione Riservata