L’inchiesta, l’esito del procedimento

Completamente ribaltato in Appello il verdetto di primo grado, nel processo imbastito nei confronti di presunti prestanome per i Mallardo. In particolare, ha argomentato l’accusa, gli imputati, con la loro condotta avrebbero agevolato gli affari illeciti del ras Sabatino Granata, detto ’o champagne. Ben 11 assoluzioni, che hanno decretato nei fatti, lo sgretolamento dell’impianto accusatorio. I giudici hanno assolto Anna Castellone, Giuseppe Granata, Luigi Granata, Giuseppina Granata, Giovanni, Luigi e Giuseppe Liccardo, perché il fatto loro contestato non costituisce reato. Mentre Pasquale Ciccarelli, Pasquale e Gaetano Gargiulo, Alfredo De Vito, sono andati assolti perché il fatto non sussiste. In primo grado, gli imputati avevano incassato pene comprese tra o 4 e i 6 di reclusione. La notizia relativa all’esito del processo di secondo grado, è stata riportata dal quotidiano Il Roma.