Il sindaco Luigi de Magistris

L’errore commesso a partire dal 2007

L’indagine è partita nel 2015 ed è stata effettuata dagli ispettori del Mef, che l’hanno chiusa la scorsa estate. Da quanto è emerso, il Comune di Napoli dal 2007, ha riconosciuto ai dirigenti (di fascia alta), come premio per la responsabilità degli obiettivi da centrare, vale a dire i cosiddetti salari accessori, molti più soldi rispetto a quelli che avrebbe dovuto riconoscere. Un errore di calcolo, fa notare la Ragioneria generale dello Stato, un errore di calcolo che ha portato a quasi un milione e 800mila euro versati in più ai dirigenti. Tutto denaro che adesso va restituito. Nello specifico, si tratta di 58.559,79 euro erogati nel corso della giunta Jervolino, e di ben 1.727.940,10 euro, versati durante l’amministrazione di Luigi de Magistris. Da Roma, come riporta l’edizione odierna de Il Mattino, sottolineano che si rimette alla magistratura contabile l’eventuale decisione per l’azione di responsabilità.