Il porto di Salerno

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

“Dopo un infinito percorso ad ostacoli e l’adempimento di mille prescrizioni, finalmente il Ministero dell’Ambiente ha emanato il decreto che autorizza le operazioni di escavo del porto di Salerno. I fondali potranno essere approfonditi a 14.50 metri, dando un enorme slancio al futuro dello scalo, sia per il comparto cargo che per il comparto crocieristico”. Lo dice Agostino Gallozzi, presidente Assotutela “Ma, come e’ noto, il fattore tempo – particolarmente nella economia della competizione globale – e’ un elemento fondamentale dal quale non si puo’ prescindere. E’, pertanto, ora assolutamente indispensabile che l’escavo inizi, come previsto dallo stesso decreto Ministeriale, nel primo trimestre dell’anno 2019. Occorre essere ottimisti e crederci. Si puo’ fare, a patto che tutta la squadra lavori giorno e notte, motivata e concentrata sull’obiettivo. Le grandi compagnie di navigazione guardano allo scacchiere internazionale e – in una fase marcata di gigantismo navale – decidono dove andare ed a quale porto affidare le proprie attivita’. Il rischio e’ quello di perdere approdi e collegamenti internazionali. Cio’ significherebbe rendere piu’ debole la nostra economia vocata all’export, mettendo in discussione centinaia di posti di lavoro dentro e fuori il porto”, conclude Gallozzi.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT