Una veduta aerea del porto di Napoli

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

di Francesco Vitale

Novità in vista sul fronte delle misure per migliorare la viabilità all’interno dello scalo partenopeo, che nell’ultimo periodo, come Stylo24 (unica testata a sollevare il caso) aveva sottolineato con una serie di articoli, fa i conti con un traffico veicolare molto sostenuto.

Nelle scorse ore,
presso la sede dell’Autorità
di sistema portuale
del Mar Tirreno Centrale
si è svolta
una riunione, a cui hanno
preso parte,
oltre ai vertici dell’Authority, rappresentanti di guardia di finanza,
Agenzia delle Dogane, polizia di Stato, Capitaneria di porto

Per gli operatori sono intervenuti i responsabili di Conateco, Soteco e Garolla. Dall’ente di Piazzale Pisacane fanno sapere che al termine della riunione sono stati assunti due indirizzi.

All’orizzonte ci sono interventi a breve
termine ed azioni di medio periodo

Entro la fine di gennaio prossimo «saranno posizionate al varco Bausan due nuove garitte per il controllo dei camion in uscita dallo scalo, consentendo una maggiore fluidità della circolazione sia per l’aumento di una postazione sia per il superamento della attuale modalità di controllo, che costringe i camionisti a scendere dal mezzo per consegnare le carte alla postazione della Guardia di Finanza. Al Varco Sant’Erasmo sarà realizzata una rotonda con new-jersey, rendendo più fluida la circolazione dei camion vuoti, i quali oggi, invece, confluiscono nell’unica coda di deflusso».

A breve, inoltre, è prevista la convocazione di una riunione con i rappresentanti delle forze dell’ordine (Capitaneria, carabinieri, polizia e guardia di finanza) «per definire un piano finalizzato ad intensificare i controlli sui mezzi in movimento nello scalo, al fine di garantire il rispetto del codice della strada e della navigazione». Per quel che riguarda, invece, le azioni di medio periodo, l’Adsp punta all’apertura del Varco Carmine ed a nuovi interventi sulla viabilità cittadina in corrispondenza del Varco Pisacane. «A tal fine – fanno sapere dall’Authority – le istituzioni che lavorano all’interno del Porto (Autorità, Capitaneria, Agenzia delle Dogane, Guardia di Finanza, Polizia e Carabinieri) concorderanno le misure e gli interventi che saranno richiesti all’Amministrazione cittadina per rendere maggiormente efficace l’afflusso ed il deflusso tra viabilità portuale e viabilità metropolitana».

Le dichiarazioni del presidente Pietro Spirito

«Ci aspettiamo – ha precisato il presidente dell’Adsp, Pietro Spiritoche questi primi interventi migliorino la viabilità interna; soprattutto riteniamo che concorrano a ridurre i tempi di uscita dei camion dal porto. Il traffico commerciale del porto di Napoli risulta in forte crescita, e questo trend proseguirà anche nel corso dei prossimi mesi, probabilmente anche intensificandosi per effetto del completamento del dragaggio. Per questo pensiamo, in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane, anche di verificare con gli operatori l’applicazione di una serie di normative sui controlli che dovrebbero contribuire a velocizzarli».

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT