Il porto di Napoli

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

di Giancarlo Tommasone

ad

Quanto spende il porto per il suo funzionamento? E quanto costano gli organi che lo governano? E ancora: le spese istituzionali a quanto ammontano? Stylo24 ha letto il bilancio previsionale 2019, che sarà discusso domani dall’organismo di partenariato, e ha tirato fuori qualche dato.

In base alla relazione di accompagnamento del documento contabile dell’Adsp del Mar Tirreno Centrale si possono evidenziare diverse differenze rispetto
al documento relativo al 2018

Per quanto riguarda «gli oneri diretti ed indiretti per il personale dipendente» sono previsti 10.926.000 euro rispetto ai 10.426.000 del 2018, con una variazione di +500mila euro. Per ciò che concerne gli «emolumenti al segretario generale», solo per citare una voce, passano dai 178mila dell’esercizio 2018, ai 210mila di quello 2019, con una differenza di 32mila euro.

Gli «oneri di contrattazione aziendale» variano per 658mila euro, passando da 1.708.000 del 2018 a 2.366.000 del 2019

Riferendoci invece alle «spese per l’acquisto dei beni e dei servizi», per l’esercizio 2019, comportano uno stanziamento di 3.235.000 euro rispetto ai 2.919.000 del 2018. La differenza totale è di 316mila euro. Andando a spulciare un po’di voci di detta categoria, ci si può rendere conto che non si registrano variazioni nelle «spese per trasporto materiali, mobili e attrezzature speciali», che si attestano sui 5mila euro. Aumentano invece le spese per l’abbonamento a periodici e riviste che passano dai 32mila euro dell’esercizio 2018 ai 43mila del 2019, per una differenza di 11mila euro.

Invariate le spese di pubblicità (75mila euro) come quelle di rappresentanza (3mila); impennata, invece, per le «spese legali, giudiziarie e varie», che passano da 504mila a 550mila euro, con un aumento per il 2019, di 46mila euro. Per quanto riguarda le «uscite per prestazioni istituzionali-categoria 1.2.1» emerge una differenza di meno 203mila euro tra i due esercizi presi in considerazione.

L’unica voce, inclusa in questa categoria, per cui si registrano aumenti, è quella relativa agli «adempimenti Security e sicurezza portuale»

Si passa da 2.880.000 (2018) a 3.261.000 (2019) con una differenza di 381mila euro. Nella relazione del bilancio preventivo 2019 è possibile leggere testuale: «Vale la pena osservare che il disavanzo finanziario di gestione per il 2019 è causato principalmente dal fatto che parte degli investimenti previsti (per un valore complessivo di 9 milioni di euro) sono finanziati con i fondi propri dell’Adsp a valere sull’avanzo di amministrazione degli anni precedenti realizzato ad una gestione virtuosa del bilancio». Il disavanzo finanziario di gestione previsto per il 2019 (A+B) è di -8.718.000. Il saldo della gestione corrente A è di 2.670.000 (titolo 1, entrate correnti 27.575.000, uscite correnti -24.905.000); il saldo della gestione in conto capitale B ammonta a -11.388.000 (titolo 2, entrate in conto capitale 33.209.000, uscite in conto capitale -44.597.000).

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Riproduzione Riservata