Diventi consigliere comunale? Non potrai venire al lavoro perché impegnato in Comune? Bene, io datore, decido di assumerti o premiarti e ti raddoppio lo stipendio. Si può riassumere così il caso di alcuni consiglieri comunali di Napoli, che dal 2015 (anno precedente alle elezioni amministrative) al 2016 (anno delle elezioni) hanno visto raddoppiarsi lo stipendio.
Nel nuovo piano di rientro il ragioniere generale ha sottolineato, come, nonostante sia cambiata la composizione dell’assemblea cittadina (passata da 48 a 40 consiglieri) siano aumentate le richiesta di rimborso da parte dei datori di lavoro. Come ha riportato qualche giorno fa Il Mattino (in un pezzo a firma di Valerio Esca), c’è una parte degli eletti dal popolo che, oltre ad essere stato eletto consigliere, ha subito una “promozione” lavorativa. In pratica, fino all’anno prima delle elezioni dichiaravano un 730 più basso rispetto all’anno delle elezioni. In alcuni casi con stipendi più che raddoppiati.

Ma andiamo a vedere chi sono i fortunati di turno. In pole Maria Caniglia, del gruppo di maggioranza “Ce simme sfasteriati”. Nel 2015 dichiarava 17mila 591 euro, nell’anno delle elezioni il balzo in avanti, passando a 34mila 282euro. Manuela Mirra del gruppo di maggioranza dei Riformisti (che fanno capo a Gabriele Mundo) ha dichiarato nel 2015 poco più di 6mila euro, nel 2016 addirittura 21mila 649euro.
Alessia Quaglietta del Pd è passata da 0 a 36mila euro. Anna Ulleto, eletta con il Pd, oggi nel gruppo misto, nel 2015, nel 730, ha dichiarato 15mila 706 euro, mentre nel 2016, 34mila 364.

Non ci sono profili di illegalità, però forse qualche dubbio sull’opportunità politica sorge. Gli stipendi in effetti li paga il Comune, con i rimborsi ai datori di lavoro. Dunque di fatto li pagano i napoletani. Bisognerebbe piuttosto chiedere ai datori, come mai hanno deciso di assumere, o comunque di promuovere determinate persone proprio l’anno in cui sono diventati consiglieri comunali, proprio quando non avrebbero potuto recarsi con continuità, o quasi mai, sul posto di lavoro?
Nei prossimi giorni Stylo24 proseguirà l’indagine, su quanto ci costano i consiglieri comunali di Napoli.