Nel corso dell’incontro tra Prefetto, forze dell’ordine e associazioni produttive sono state approfondite le molteplici problematiche inerenti la sicurezza delle attivita’ imprenditoriali. Il Prefetto e le Forze dell’Ordine hanno rappresentato la necessita’ di collaborazioni sinergiche per combattere la criminalita’ diffusa e la criminalita’ organizzata, che ha interesse a infiltrarsi nelle attivita’ economiche. E’ stata generalmente condivisa l’esigenza di cercare soluzioni concrete e sostenibili in ambito territoriale.

Sono stati, in particolare esaminati i seguenti temi: – nel breve periodo le opportunita’ offerte dall’adozione di adeguati ed innovativi strumenti tecnologici di videosorveglianza, per i quali sono in atto numerose iniziative, finanziate anche direttamente dal Ministero dell’Interno come per esempio il progetto Argo Panoptes, ormai entrato nell’operativita’, e che mettera’ a sistema tutte le telecamere pubbliche e private esistenti sul territorio; – la necessita’ di efficaci azioni di contrasto alla contraffazione, soprattutto in questo territorio in cui, tra l’altro, risulta ancora consistente la produzione dei marchi contraffatti, con l’inevitabile contesto di lavoro sommerso, sfruttamento lavorativo e danni ambientali e per la salute; – l’importanza di una collaborazione concreta delle vittime di estorsione per contrastare il racket; – l’assunzione di responsabilita’ da parte del mondo produttivo, componente rilevante della societa’ civile, per supportare, con iniziative concrete, le opportunita’, anche lavorative, delle fasce giovanili, soprattutto nelle zone a piu’ forte degrado, in modo da sottrarli al coinvolgimento in ambienti criminali.