TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

“Sapevamo che la nomina era sta decisa ed eravamo già pronti prima, come lo siamo adesso, a rinnovare la cooperazione istituzionale con il commissario e con il Governo. Ora però non è più tempo di parole ma di fatti, per Bagnoli bisogna solo attuare ciò che è stato già deciso”. Così il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, commentando la nomina dell’imprenditore Francesco Floro Flores a commissario per la bonifica e la riqualificazione del Sin di Bagnoli-Coroglio. “Nella legge di bilancio – aggiunge de Magistris – il Governo deve completare il finanziamento per il completamento della bonifica, questo è un fatto concreto che ci attendiamo nei prossimi giorni, così come si deve partire a mettere a bando la rigenerazione urbana di Bagnoli. E’ bene dire che si vuole ascoltare tutti, ma ora è la fase della concretezza perché il progetto firmato con un accordo istituzionale viene proprio dopo una fase di ascolto molto lunga, dopo la quale siamo arrivati al miglior accordo possibile”.

L’imprenditore Francesco Floro Flores, nuovo commissario per Bagnoli

De Magistris ribadisce di essere “a disposizione del commissario affinché attui rapidamente, in uno spirito di collaborazione istituzionale, quello che le istituzioni democraticamente rappresentative hanno già firmato e che gli abitanti della città hanno deciso. Non vedo più di cosa si deve parlare – conclude de Magistris – se non chiedere al Governo di agire”.

Dal M5S Napoli “delusione e sorpresa. Non ci fidiamo”

“Apprendiamo che il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha apposto la sua firma sul decreto di nomina del nuovo Commissario per il SIN Bagnoli-Coroglio. Riteniamo questa decisione opinabile, tanto nella forma quanto nella sostanza. In un primo momento si era instaurato un dialogo tra Governo e rappresentanti territoriali del MoVimento 5 Stelle che ci aveva visti propositivi sul eventuali decisioni, ma questa nomina, inaspettatamente calata dall’alto, non condivisa, che bypassa la rete dei portavoce locali e degli attivisti, contraddice le precedenti intese. Appare altresi’ discutibile la scelta di un imprenditore (peraltro con interessi importanti sul territorio ) che disattende quanto sempre sostenuto dal MoVimento 5 Stelle (dai consiglieri fino ai parlamentari), perche’ rinnova il Commissariamento invece di tentare nuove vie, come quella di una squadra multidisciplinare di coordinamento delle bonifiche, in vista del ritorno ai poteri ordinari una volta terminate le stesse. Senza contare che in alcune dichiarazioni gli attori in campo paventano una continuita’ con l’ultimo patto siglato dal precedente commissario, cosa che riteniamo da rigettare senza appello”. Cosi’ in una nota i portavoce comunali e delle municipalita’ della III, VI, IX e X Municipalita’ del M5s.

L’area interessata dagli interventi di riqualificazione e bonifica a Bagnoli

“Da quasi un decennio lavoriamo sul territorio di Bagnoli e Coroglio per vedere realizzate la bonifica, la spiaggia pubblica, il parco urbano e le altre priorita’ socio-ambientali: nessuna contingenza storica o politica potra’ mutare questa linea, cristallizzata peraltro nel programma elettorale presentato per le elezioni comunali e municipali nel 2016. In oltre un quarto di secolo si sono alternati Governi, Commissari, Giunte Regionali, Sindaci e Giunte Municipali, senza che la situazione sia migliorata. Bagnoli, per noi, non e’ un gioco delle parti ne’ un gioco di potere: e’ la carne viva di una popolazione vittima di un’immane ingiustizia storica, che va riparata in tempi brevi. Ribadiamo con forza che la nostra “fiducia” non sara’ riposta nelle persone, ma sempre e solo nel programma M5S votato dai cittadini. Non avalleremo le iniziative prese senza il nostro consenso. Non in nostro nome”, conclude il comunicato.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT