Discussione aperta e collaborativa su rete metro, tangenziale e porto di Napoli, ieri al Mit, tra il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, e il sindaco del capoluogo partenopeo, Luigi De Magistris. Nel segno di una forte attenzione di Toninelli alle esigenze della citta’ e di una rinnovata collaborazione istituzionale per sostenere Napoli nel suo sforzo finalizzato al rilancio infrastrutturale, sul fronte del trasporto pubblico il Mit ha confermato al primo cittadino il prossimo nulla osta tecnico per i 20 nuovi treni della Metro 1 e la disponibilita’ di 40 milioni, a valere sulla Legge Obiettivo, per risolvere alcune criticita’ finanziarie relative ai lavori della stessa Linea 1.

AIUTACI CON UN LIKE A MANTENERE L’INFORMAZIONE LIBERA E INDIPENDENTE

Sulla Tangenziale e il tema dei proventi del pedaggiamento, il Ministero ha fatto presente che la concessione scade nel 2037 e che, nell’ambito della attuale discussione sul rinnovo del Piano finanziario 2019-2023, si potrebbe eventualmente trovare spazio per una rimodulazione degli investimenti secondo i desiderata del Comune. I dettagli saranno affidati a un tavolo tecnico di prossima convocazione tra tutti i soggetti interessati.

 

Infine, circa il governo del porto il Mit, a fronte di un’ispezione che e’ ancora in corso, ha messo in risalto le carenze sul versante della progettazione e l’elevato contenzioso sulle procedure di gara che genera rilevanti problematiche. Senza dimenticare le anomalie riscontrate nella gestione delle concessioni. Per il rifacimento del Molo Beverello si dovrebbe partire con i lavori a settembre, mentre il Ministero sta collaborando fattivamente, per la propria parte, alla prossima riconversione e apertura del borbonico Molo San Vincenzo, autentico waterfront della citta’.