TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, CONTRACCAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

di Giancarlo Tommasone

La nomina di Francesco Floro Flores a commissario governativo di Bagnoli non piace alla base grillina napoletana. Per tale motivo, come risulta a Stylo24, il presidente della Camera, Roberto Fico, si è «affrettato» a indire un meetup per il prossimo 15 settembre.

Affrettato naturalmente è un paradosso, bisognerebbe dire piuttosto ha «ritardato» nel convocare la riunione. Il punto,
infatti, è che la discussione avrà luogo molti giorni dopo la ratifica della nomina
di Floro Flores (il via libera definitivo
si attende addirittura questa settimana)
da parte del Governo

E quindi si parlerà di qualcosa di già deciso, contravvenendo ai principi di democrazia e di partecipazione dal basso, tanto sbandierati dal Movimento e dallo stesso Fico. E’ proprio il fatto che la nomina sia stata calata dall’alto, senza ascoltare minimamente le voci del territorio, che non va giù alla base pentastellata.

La base grillina è insorta contro
la nomina di Francesco Floro Flores

Inoltre, si «accusa» il nuovo commissario di non avere le competenze specifiche per ricoprire il ruolo che è stato chiamato a rivestire. Un imprenditore, che per i grillini partenopei (a non solo per i grillini), si muoverebbe esclusivamente sulle linee dettate dal rilancio economico della zona in questione, con investimenti privati, mettendo in secondo piano le principali problematiche che la affliggono, vale a dire la necessità di bonifiche per rendere sicura l’area sotto l’aspetto della salute pubblica.

Il sindaco Luigi de Magistris

Va pure detto che non piace la «vicinanza»
di Floro Flores al sindaco di Napoli

Anche perché l’imprenditore, gestore dell’Arena Flegrea (di proprietà della partecipata del Comune, Mostra d’Oltremare), è di fatto il datore di lavoro di Claudio de Magistris, fratello di Luigi. Con il meetup indetto a posteriori, Fico non fa altro che comportarsi proprio come il «ducetto Renzi» (l’epiteto è stato affibbiato all’ex premier da Di Battista), quando impose a tutti la nomina di Salvo Nastasi.
Dove sta adesso la differenza? Nel fatto che Floro Flores piace, lo abbiamo scritto più volte, a de Magistris, che ha, di contro, condotto una guerra senza quartiere al precedente commissario e naturalmente allo stesso Matteo Renzi.

Matteo Renzi e Luigi de Magistris

Il sindaco avrebbe dovuto quanto minimo fare il diavolo a quattro nei confronti di Fico, viste le modalità con cui è stata attuata la nomina di Floro Flores. Proprio la nomina, però, potrebbe risultare viatico indispensabile per Giggino verso palazzo Santa Lucia. A questo punto prende sempre più consistenza e valore la tesi enunciata da Gerardo Ausiello sul Mattino. Luigi de Magistris, appoggiato dai grillini, iscritto alla gara per la presidenza della Regione Campania, Roberto Fico, sindaco di Napoli nel 2020.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, CONTRACCAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT