di Giancarlo Tommasone

Prove di candidatura nel centrodestra unito: tra i papabili per le prossime elezioni regionali in Campania, si fa anche il nome del professor Edoardo Cosenza. Il presidente dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Napoli, ed ex assessore nella Giunta Caldoro, secondo quanto risulta a Stylo24, sarebbe provando a strutturare la sua iscrizione alla gara per Palazzo Santa Lucia, cercando l’appoggio della «sponda» politica romana.

elezioni regione campania caldoro
L’ex governatore Stefano Caldoro e l’attuale presidente della Regione Campania. Vincenzo De Luca

Cosenza entrerebbe in gioco, alla guida della coalizione, nel caso in cui non si concretizzi la riconferma della candidatura per Stefano Caldoro. Cosa che appare abbastanza probabile, visto che ultimamente l’ex governatore eserciterebbe poco appeal nei confronti dell’elettorato.

Non dovesse essere scelto come candidato, Caldoro potrebbe prendere parte alle consultazioni per diventare componente dell’Agcom. L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, oggi, vede la presenza, come esponente del centrodestra, di Antonio Martusciello, fratello dell’europarlamentare forzista Fulvio. La situazione, dunque, è tutt’altro che delineata nella casa che dovrebbe essere prevalentemente «tinta di azzurro».

Antonio Martusciello, commissario Agcom

Decisamente più chiare, invece, le idee sugli altri versanti; il centrosinistra appare molto attrezzato per la competizione, visto che la ricandidatura dell’attuale presidente della Regione, Vincenzo De Luca, è ormai cosa certa. Il Movimento 5 Stelle fa i conti soltanto con la ricerca di una figura aggregante.

Il ministro Sergio Costa ha smentito la sua presenza alle elezioni dell’anno prossimo e quindi, i grillini, starebbero pensando di iscrivere alla gara l’afragolese Vincenzo Spadafora, attuale sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri. Passando alla Lega, rivendica per sé un candidato di rottura. Si fanno i nomi del deputato Gianluca Cantalamessa (che punta però a fare il sindaco di Napoli) e dell’europarlamentare originario di Casagiove (Caserta), Valentino Grant. In tutto questo, al momento, quello che sembra non essere inserito in alcuna discussione relativa a probabili candidature, è Luigi de Magistris.