“C’e’ chi contesta Salvini? Fanno bene. Io mi trovavo a Soverato quando e’ venuto per il comizio. Ed ero dalla parte giusta”. Parola del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, interpellato dai cronisti a margine di un’iniziativa nel Maschio Angioino.

L’ex Pm parla del tour del ministro dell’Interno in programma a ferragosto a Baia Domitia e Castel Volturno in provincia di Caserta. Durante il comizio del vicepremier si terra’ una manifestazione e tra i partecipanti ci sono anche esponenti di demA, il movimento politico fondato e presieduto da de Magistris.

Leggi anche / Da due anni il sindaco annuncia la candidatura a premier

“C’e’ un clima d’odio nel Paese e il responsabile e’ Salvini insieme al governo. Salvini – attacca il primo cittadino di Napoli – passera’ alla storia come l’ex ministro dell’ insicurezza nazionale, come l’uomo che ha esposto al pericolo la sicurezza del nostro Paese, interna e internazionale, un uomo che vuole produrre consenso con l’odio e, quindi, sdogana tutti i sentimenti, anche quelli piu’ violenti”.

De Magistris dice che Salvini ha inaugurato una stagione “della caccia al nero che diventa un fatto accettabile da Soverato a Castel Volturno, dall’Isola di Capo Rizzuto a Metaponto. L’Italia e’ fatta tutta di agnellini docili ma ci sono anche persone che non aspettano altro di poter vedere sdoganato il proprio istinto criminale”.