Non si smentisce mai, il governatore Vincenzo De Luca. «Toninelli è un ministro che secondo me porta anche un po’ seccia (sfortuna). Da quando è ministro se n’è caduto un ponte a Genova, una nave ha urtato una cosa a Venezia ed una seconda nave, e quindi bisogna trattare la materia di questo ministro con molta prudenza. Battute a parte, Toninelli si preoccupi di riattivare la Lioni-Grottaminarda che è bloccata da sei mesi con le aziende che rischiano di fallire».

Il presidente della Campania risponde così a chi gli chiede una considerazione in merito all’ipotesi che sarebbe stata avanzata dal ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, di affidare la gestione della Circumvesuviana allo Stato. «Lei pensa che io possa interloquire con un ministro che va in giro con la permanente? Soluzioni per la Circum? Per Toninelli sì, il barbiere», aggiunge De Luca che parla di «chiacchiere propagandistiche». «Si preoccupi, il ministro Toninelli, di non andare in giro con esponenti di partito – conclude – dovrebbe imparare che una cosa è l’istituzione, il governo, un’altra sono gli esponenti di partito. Ma, ripeto, stiamo parlando di folklore, lasciamo perdere».