La Conferenza di Servizi sulla riqualificazione dell’ex area Italsider di Bagnoli ha approvato lo stralcio urbanistico al Praru – Programma di bonifica e rigenerazione urbana. L’approvazione, informa Invitalia che è soggetto attuatore del piano per Bagnoli, dà l’avvio alla conclusione definitiva di tutta la procedura. Lo stralcio è stato approvato con riserva, si apprende, dal rappresentante della Regione Campania in conferenza dei servizi.

 

“Dopo mesi di lavoro -spiega l’amministratore delegato di Invitalia Domenico Arcurifinalmente da domani possiamo iniziare a ridisegnare la nuova Bagnoli. Entro luglio bandiremo un concorso internazionale di idee per scegliere il miglior progetto. È stato un percorso condiviso con diversi soggetti istituzionali. I napoletani hanno atteso per troppi anni ricevendo promesse non mantenute. Da 25 anni i fiumi di parole sono stati superiori alle azioni. Oggi noi possiamo dire di aver ottenuto diversi successi: abbiamo ottenuto la Vas, la valutazione ambientale strategica; abbiamo approvato il Praru, per ciò che riguarda lo stralcio urbanistico: Invitalia ha chiesto e ottenuto dal tribunale il dissequestro di alcune aree; è stata confermata la dotazione finanziaria di 320 milioni di euro”.