carabinieri arresto
Salvatore Rea arrestato a Pozzuoli

Marito e moglie avevano incendiato alcuni scaffali dell’attività di un commerciante per rafforzare la loro richiesta di soldi

Per ‘rafforzare’ la loro richiesta di ‘pizzo‘, hanno organizzato un piccolo rogo. I carabinieri, pero’, a Terzigno, nel napoletano, hanno arrestato un 36enne gia’ noto alle forze dell’ordine e una donna incensurata 34enne, marito e moglie, per tentata estorsione ai danni di un commerciante. L’imprenditore ha chiesto l’intervento dei militari quando l’uomo, utilizzando una tanica di benzina, ha cosparso alcuni scaffali di liquido infiammabile dando poi fuoco.

La 34enne intanto intimidiva la vittima con insulti e minacce di morte. Secondo quanto accertato dai militari dell’Arma, i due avevano preteso dall’imprenditore, senza alcun motivo apparente, il pagamento di oltre 10mila euro. Se l’uomo non avesse ceduto alle richieste estorsive, l’intero negozio sarebbe stato incendiato. Arrestati in flagranza durante l’atto intimidatorio, i due sono ai domiciliari e sono ora in attesa di giudizio.

ad