lunedì, Dicembre 6, 2021
HomeNotizie di PoliticaGrant (Id-Lega):«Più attenzione all'uso dei fondi europei al Sud»

Grant (Id-Lega):«Più attenzione all’uso dei fondi europei al Sud»

Valentino Grant è parlamentare europeo dal 2019, eletto nella Lega Salvini Premier, per la Circoscrizione Italia Meridionale (Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, Molise, Puglia), membro del Gruppo Identità e Democrazia Italia, segretario in Campania della Lega Salvini Premier. Membro effettivo della Commissione Budg, Commissione Econ, Delegazione per le relazioni con il Giappone; membro sostituto della Commissione per lo sviluppo, Commissione per la pesca, Delegazione all’Assemblea parlamentare paritetica ACP-UE.

In prima linea in Europa per tutelare le imprese italiane e per valorizzare il Mezzogiorno con le sue molteplici potenzialità. In questi primi due anni di legislatura con il suo gruppo politico hanno portato avanti battaglie per la tutela della pesca, del turismo, per le imprese e le famiglie italiane; portando avanti quella rivoluzione del buonsenso, che nei fatti si concretizza, nell’accogliere le istanze del territorio e tutelarle in tutte le sedi istituzionali nazionali ed europee.

Con i colleghi ha richiesto la proroga almeno fino a fine anno le moratorie sui prestiti a imprese e famiglie e rivedere la soglia oltre la quale un’obbligazione in arretrato è considerata rilevante ai fini della disciplina del default. Nel documento Marco Zanni, Francesca Donato, Valentino Grant e Antonio Maria Rinaldi ricordano la “natura eccezionale” della situazione attuale, nel mezzo della pandemia da Sars-Cov2 e la necessità di garantire un adeguato flusso di finanziamenti dalle banche alle imprese. Per i quattro eurodeputati è necessaria ulteriore flessibilità, considerati i nuovi vincoli sugli istituti di credito in vigore dallo scorso gennaio per la gestione dei non performing loan.

Il leader della Lega, Matteo Salvini

La prima richiesta è quindi di portare dall’1% al 5% la soglia oltre la quale un’obbligazione in arretrato è considerata rilevante ai fini della disciplina del default. Gli eurodeputati del Carroccio e del gruppo Identità e Democrazia chiedono inoltre di estendere almeno fino al prossimo 31 dicembre la moratoria sui prestiti in scadenza a giugno.

«Lavoriamo sodo per il nostro Sud, fucina di talenti e di opportunità. Puntiamo a costruire una filiera organica tra gli enti territoriali, il Governo centrale e l’Unione europea», spiega l’onorevole Grant, sottolineando che «è tempo di risposte concrete e di lavorare pancia a terra per il nostro Sud, perché la rinascita delle nostre terre è fonte vitale per l’intero Paese». «Per troppi anni i fondi europei sono andati dispersi al meridione, e non lo possiamo più consentire. Necessario quanto ineludibile un taglio drastico della burocrazia, come chiedo da tempo, per cambiare davvero il senso di marcia», conclude il deputato europeo.

Leggi anche...

- Advertisement -