pistola

Era finito in cella tre settimane, arrestato al termine di un rocambolesco inseguimento: trasferito ai domiciliari

E’ rimasto in cella nemmeno un mese: il Tribunale del Riesame, accogliendo le argomentazioni della difesa, gli ha concesso il beneficio degli arresti domiciliari. E’ quanto stato deciso per il 28enne Rosario Morisco, che secondo gli inquirenti è vicino ad ambienti malavitosi della Vanella Grassi. Morisco, di Piscinola, fu fermato al termine di un inseguimento, durante il quale avrebbe puntato una pistola, una calibro 9×21 contro la polizia. Il 28enne è stato scarcerato lo scorso mercoledì, e trasferito ai domiciliari in virtù dell’attenuazione della misura nei suoi confronti. La notizia della scarcerazione di Morisco è stata riportata dal quotidiano Il Roma.

Riproduzione Riservata