giovedì, Agosto 11, 2022
HomePorto NapoliPietro Spirito al vetriolo su Fb e annuncia: scriverò Portopoli

Pietro Spirito al vetriolo su Fb e annuncia: scriverò Portopoli

L’ex presidente dell’Authority di Napoli a Stylo24: affiderò il racconto della mia esperienza a un libro

di Giancarlo Tommasone

Pochi giorni fa, sul capo di Pietro Spirito – ex presidente dell’Adsp del Mar Tirreno centrale – si è abbattuta la tegola della sentenza della Corte dei Conti, che lo ha condannato a risarcire l’Authority con 61mila euro (condannato anche il dg Francesco Messineo, che dovrà sborsare 30.600 euro). Motivo? Secondo i magistrati contabili, si sarebbero avute parcelle ad avvocati penalisti, troppo care, pagate dall’ente di Piazzale Pisacane. La vicenda parte da una denuncia dell’Anac, nel 2019.

Spirito, nel frattempo, rispetto ai trascorsi di guida del porto napoletano, si affida a uno sfogo al vetriolo su Facebook. Lo spunto è dato dalla revoca del bando per la realizzazione del deposito di Gnl (Gas naturale liquefatto) nell’area Est, che come annunciato in anteprima da Stylo24, bissa un’altra revoca, quella del prolungamento della Darsena di Levante. «Pessimo destino, di questi tempi – scrive l’ex presidente su Fb –. La vicenda del Gnl mi ha amareggiato molto. Esistono interessi privati molto chiari che vanno in un’altra direzione». E chiosa: «Per me, quella del porto è stata una esperienza negativa».

Avremmo voluto chiedere all’ex presidente, per quale motivo ritenesse «negativa» l’esperienza della guida dell’Adsp, ma Spirito ha preferito non rendere dichiarazioni. Si è limitato a rispondere al messaggio di Stylo24 affermando di esternare la sua opinione in merito, quando scriverà Portopoli. Tempi per la pubblicazione del libro? Comincerà a lavorarci – annuncia – verso la fine dell’anno. «Come ho fatto con Trasportopoli – spiega Spirito –, non scrivo mai della cronaca immediatamente. Lascio sedimentare».

Portopoli, il nuovo tomo, almeno dal titolo, e dai contenuti assai critici del precedente lavoro, Trasportopoli. Cronache dall’inferno Atac (goWare & Edizioni Guerini e Associati, 2016), si annuncia essere una fotografia di «denuncia», questa volta all’interno e dall’interno dello scalo napoletano. Ricordiamo che Pietro Spirito, tra il 2011 e il 2015 – è approdato all’Adsp del Mar Tirreno centrale nell’autunno del 2016, ndr – è stato direttore centrale delle operazioni presso Atac (Agenzia del trasporto autoferrotranviario del Comune di Roma).

Leggi anche...

- Advertisement -