domenica, Settembre 25, 2022
HomeNotizie di Attualità«Se Mister Pella Pazzo guadagna quei soldi perché vive in una casa...

«Se Mister Pella Pazzo guadagna quei soldi perché vive in una casa popolare?»

Candida Pittoritto, Presidente di Civiltà Italiana, in risposta all’articolo di Stylo24 in cui il noto tiktoker napoletano afferma di essere al centro di così tanti attacchi per le sue entrate economiche.

“Vedendo il vostro articolo datato 4 luglio 2021, in cui Lorenzo della Femine, alias Mister Pella Pazzo dichiara che tantissime persone lo attaccano perché muoiono di invidia mi viene da sorridere”. Esordisce così Candida Pittoritto, Presidente di ‘Civiltà Italiana’, in una mail inviata alla redazione di Stylo24, in merito all’articolo del nostro giornale in cui Lorenzo della Femine, noto tiktoker napoletano con lo pseudonimo di Mister Pella Pazzo, afferma di essere continuamente al centro di attacchi a causa dei suoi guadagni.

“Mi sono imbattuta – continua – nel social TikTok e mi è apparso Misterpellapazzo, che denigra tantissime persone, con aggettivi irripetibili, così incuriosita mi sono informata su chi fosse. Un personaggio simile non dovrebbe nemmeno esserci su un social”.

Vittorio Sgarbi e Candida Pittoritto

“Lui dichiara che sono tutti invidiosi del suo viaggio a Ibiza ma la verità è un’altra e quando gliel’ho fatta notare sono iniziate le minacce nei miei confronti”. Prosegue Candida Pittoritto, che afferma, e noi riportiamo per dovere di cronaca, di essere stata minacciata e non solo da della Femine. “Il padre con un video voleva mettermi paura dicendo di volermi denunciare (cosa mai fatta) e il figlio Lorenzo, che si fa forte con i followers, chiede di segnalarmi per farmi chiudere l’account e altre minacce”.

“Le minacce non mi mettono paura, anzi. Le persone si chiedono come vive Lorenzo della Femine? Lui solo adesso dichiara che vive con i soldi di TikTok, ma le tasse le paga? Su questo indagherà la Finanza, ma se con TikTok si puo permettere di andare a Ibiza, comprare una moto da 15.000 euro e affittare un’auto, come mai vive dentro una casa Popolare? Non spetterebbe ad altre persone? Se si può permettere tutto questo lusso e chiamare pezzenti tutti su TikTok perché non lascia la casa a qualcuno che ne ha veramente bisogno? Ho fatto richiesta al comune di Casalnuovo di accesso agli atti così vedremo se gli spetta o meno”.

“L’arroganza – conclude – non paga mai. Non si può permettere di minacciare e fare del bullismo su TikTok e spero che al più presto gli chiudano il profilo. Noi non siamo invidiosi, non abbiamo nulla per cui invidiarlo”.

Candida Pittoritto

Articoli Correlati

- Advertisement -