È intervenuto così il viceministro alla Salute



“Si è parlato di istituire una soglia di 250 casi ogni 100mila abitanti sulla base della quale determinare le zone rosse e stabilire le eventuali chiusure. Non credo sia questo il giusto criterio, perché una volta protetti gli anziani e le categorie più fragili con il vaccino, anche se si registrassero più contagi tra la popolazione giovane non dovremmo necessariamente chiudere”.
Lo ha affermato il viceministro alla Salute Pierpalo Sileri a ‘Di Martedì’ ieri sera su La7.