Pepe Reina è stato il padrino di battesimo di uno dei figli dei fratelli Esposito

Il Tribunale del Riesame di Napoli ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per Francesco Esposito, uno dei tre fratelli arrestati per aver favorito la camorra e riciclato soldi sporchi dei clan in attivita’ di ristorazione. La decisione arrivata in tarda serata dopo le discussioni degli avvocati.

I calciatori del Napoli a cena coi fratelli Esposito

Intanto, la procura di Napoli ha ascoltato l’ex portiere degli azzurri, acquistato ora dal Milan, Pepe Reina. Come persona informata sui fatti, i pm della Direzione distrettuale antimafia partenopea gli ha rivolto alcune domande sulla sua assidua frequentazione con i fratelli Gabriele, Giuseppe e Francesco Esposito, arrestati nei giorni i scorsi per aver riciclato soldi per la camorra, in particolare per il clan Contini della zona dell’Arenaccia.

ad
I fratelli Esposito con alcuni calciatori del Napoli

L’interrogatorio, a quanto si e’ appreso, e’ avvenuto in procura al Centro Direzionale da parte dei pm De Falco, Parascandolo, Teresi con la presenza del procuratore capo Giovanni Melillo. Diverse le domande poste al portiere, anche, secondo quanto si e’ appreso, circa la festa di addio che ha tenuto la settimana prima dell’arresto dei tre imprenditori nel locale da loro gestito, nella zona di Coroglio, e sui loro viaggi.

Gabriele Esposito con Pepe Reina

Reina avrebbe riferito di aver pagato con un bonifico bancario a favore del proprietario l’importo di circa cinquemila euro alcuni giorni dopo la festa. Proprio per i rapporti con i fratelli Esposito, la Fgci ha deferito Reina e il Napoli. Come documentato anche da Stylo24, sono molte le foto da social che testimoniano l’assidua frequentazione tra Reina e gli Esposito; il calciatore ha fatto anche da padrino a uno dei figli dei tre fratelli.

Riproduzione Riservata