di Francesca Piccolo.

Libri al posto della plastica per i ragazzi di Forcella. Il Patto Locale Reading Forcella supporta un ampio programma di azioni educative finalizzate a promuovere insieme alla lettura, la cura e il rispetto dell’ambiente tra i bambini, coinvolgendo anche le famiglie del centro storico cittadino. Un fermento di iniziative all’insegna della legalità e del diritto alla felicità, tutte nel nome della giovane Annalisa Durante, la cui fiamma resta accesa dal 2004, riempiono di attività quei vicoli occupando vecchi spazi “scippati” con il sorriso dei bambini alle grigie destinazioni delle cose lasciate all’incuria.

Porta Furcellensis resta nella storia di questa città il bivio simbolico della lotta continua tra bene e male, e nonostante tanto fervore di cittadinanza attiva e di partecipazione la strada resta lunga, il 18 ottobre scorso al ritorno da Roma dopo l’emozione di essere ricevuti nella storica Biblioteca della Sala della Crociera a palazzo Venezia, per il progetto la “Meridiana dell’Incontro” in gemellaggio con centinaia di coetanei di altre regioni, la numerosa delegazione di studenti, professori e volontari dell’associazione Annalisa Durante viene ammonita con l’incendio (casuale?) di un’auto proprio di fronte l’ingresso della Biblioteca.

“Il Patto Locale nato su iniziativa dell’Associazione Durante, Comune di Napoli e 45 soggetti partecipanti prima d’ora non c’era – ci precisa il presidente Pino Pernae non è finanziato, è una nostra iniziativa gratuita. La Biblioteca Universitaria, l’associazione Mine Creative, l’Associazione Annalisa Durante, Assogioca, Legambiente, il Dipartimento di Giurisprudenza della Federico II ed l Teatrini, insieme alle scuole Adelaide Ristori, Bovio Colletta e Oberdan, saranno i primi soggetti del Patto Locale per la Lettura “Reading Forcella”. Ciò che è finanziato è il progetto Baby Reading solo per la lettura 0-6 anni che però abbiamo messo a disposizione di tutto il Patto ed è sostenuto dal Cepell del Mibact. La neonata NTL, Napoli, Turismo & Legalità, che perimetra la virtuale inversione di tendenza dei vicoli da Forcella, alla Maddalena fini a Capuana, “punta a voler disegnare un nuovo immaginario ricco di attività trascorse diversamente e in modo gratuito per i cittadini di Forcella, grandi e piccoli”, dichiara Pino Perna.

L’iniziativa che partirà dal 29 novembre promuove un circuito di lettura e scambio virtuoso attraverso la donazione di libri alle classi che si organizzeranno nel raccogliere la plastica e a riutilizzarla in laboratori creativi. Oltre 300 bambini sono attesi presso la Biblioteca Universitaria di via Paladino, per ricevere libri in cambio della plastica, in attuazione della Campagna “Plastic free For culture” lanciata dal “Reading Forcella”. I libri saranno offerti dalla libreria A&M Bookstore che ha aderito all’iniziativa. “Forcella ed il centro storico hanno bisogno di iniziative positive come queste per attuare lentamente ma in maniera continuativa un cambiamento di cultura e di mentalità”, ha dichiarato il presidente dell’Associazione Annalisa Durante Giuseppe Perna. Il quale ha ricordato che il 29 novembre si terrà anche una manifestazione pubblica, intitolata “Fuoco amico”, per sottolineare che il NO alla violenza passa attraverso il SI alla cultura, alla cittadinanza attiva e al rispetto dei luoghi in cui viviamo.

Seguirà ad ogni appuntamento dopo i momenti di lettura anche la rappresentazione delle favole animate di Gianni Rodari, in collaborazione con I Teatrini, all’interno della splendida grande sala di lettura della Biblioteca, mentre il 12 e 13 dicembre si proseguirà con i laboratori “In una Capanna di libri” per il riutilizzo artistico della plastica raccolta.