Annarita Patriarca
Annarita Patriarca, capogruppo di FI in Consiglio regionale

Il capogruppo regionale: criticità per collegamenti marittimi tra Napoli e Procida

«Accogliamo con favore la retromarcia che il management di EaV ha ingranato rispetto alla riduzione delle corse che, da lunedì prossimo, saranno invece parzialmente ripristinate. Evidentemente, le nostre denunce sulla illegittimità della sospensione del servizio di trasporto pubblico hanno colto nel segno». Lo ha dichiarato Annarita Patriarca, capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale. «Il provvedimento di riattivazione delle corse su ferro per la Circum, sia per la provincia sud che per quella vesuviana, non significa, naturalmente – ha continuato la forzista – che i problemi del trasporto in Campania si siano risolti di colpo. C’è ancora tanto da lavorare. A cominciare dalla mobilità negata all’area flegrea, che continua a essere isolata dal capoluogo con grave danno per migliaia e migliaia di pendolari e lavoratori».

«Ci auguriamo che decisioni arbitrarie come quelle adottate dalla dirigenza di Eav in queste settimane, che hanno mortificato il concetto di trasporto pubblico, non vengano più riproposte, e che la governance, invece di pensare ai risparmi da attuare sulla pelle dei pendolari, si orienti ad una politica volta a instaurare e mantenere un rapporto di serenità con i sindacati, e ad assicurare ai cittadini il miglior servizio possibile», ha affermato Patriarca.

ad

«Va segnalata infine una situazione di estrema criticità anche sul versante dei collegamenti via mare, tra Napoli, penisola sorrentina, e le isole del golfo. A risentirne, in particolare, è la tratta tra il capoluogo partenopeo e Procida. Il taglio deciso dalle compagnie di navigazione ha portato alla riduzione drastica (nell’ordine del 40%) delle corse, a partire dallo scorso 2 novembre. Una difficoltà su cui la Regione Campania deve intervenire immediatamente, sia perché sono ulteriormente a rischio i livelli occupazionali dei marittimi, sia per assicurare il servizio di mobilità a migliaia di cittadini che vivono lontano dal capoluogo», ha concluso il capogruppo di Forza Italia.