TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

In fin dei conti non è che ci voglia molto a produrre e ad affiggere un segnale «fasullo». A Napoli 8 passi carrabili su 10 sono irregolari, tra mancati rinnovi e segnali realizzati e affissi senza alcuna autorizzazione.

ad

A far luce sul fenomeno, che comporta
una mancata entrata per l’Amministrazione comunale quantificata in ben 18,5 milioni
di euro, sono stati i controlli
della polizia municipale di Napoli

E, in particolare, del gruppo speciale formato proprio per dedicarsi a questa specifica attività voluto dall’assessore con delega alla polizia locale, Alessandra Clemente. In città, secondo quanto emerso dai controlli degli agenti municipali, sono presenti circa 30mila passi carrabili a fronte delle circa 4.800 concessioni rilasciate dall’Amministrazione comunale.

Uno stato di irregolarità diffuso
in tutte le 10 Municipalità di Napoli

E che riguarda «circa l’80% dei passi carrabili presenti in città», ha spiegato Clemente rispondendo a un’interrogazione presentata nel corso del question time del Consiglio comunale dal consigliere della Lega Vincenzo Moretto. «Negli ultimi 3 anni – ha spiegato l’assessore Clemente – sono stati effettuati 1.400 controlli all’anno in modo omogeneo su tutto il territorio, in media 4 controlli al giorno. I controlli hanno fatto emergere uno stato di irregolarità pari a circa l’80%. Nei casi in cui non c’era il versamento del corrispettivo di pagamento per il rilascio, oppure lo stesso simbolo e stemma del passo carrabile non era autorizzato, abbiamo provveduto non solo a identificare e multare, ma anche a rimuovere e ad intimare la rimozione dei passi carrai. Unendo queste due attività stiamo raggiungendo non solo un livello di legalità molto alto, ma soprattutto un recupero di somme dovute all’Amministrazione comunale, e quindi ai napoletani, molto interessante».

Sull’argomento è intervenuto anche il vicesindaco di Napoli, Enrico Panini, che ha spiegato come «il gettito annuale per i 4.828 passi carrai che a noi risultano, cioè solo un passo carraio e mezzo per ogni strada della città, è complessivamente di un milione 518mila euro. E’ un dato sufficiente per dimostrare che siamo di fronte a un’evasione particolarmente consistente: noi stimiamo che l’entrata complessiva debba essere di 20 milioni di euro, e 18,5 milioni di euro di evasione rendono bene conto dell’assenza di una pratica di correttezza rispetto a questo tema».

Panini ha anche citato un episodio singolare

«Alcuni giorni fa abbiamo inviato 1.157 raccomandate con ricevuta di ritorno ad altrettanti condomini che non avevano rinnovato la loro concessione. Un’amministratrice di un condominio ieri ha telefonato dicendo che avrebbe pagato la tassa, ma il Comune avrebbe dovuto mettere una fioriera davanti al palazzo. Siamo ormai al libero scambio, anziché avvertire il senso di pagare qualcosa che consente l’accesso a un luogo e un risparmio».

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT