Parco Verde di Caivano
Il Parco Verde di Caivano

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Beni immobili per circa 400mila euro, una palazzina di tre piani, tre appartamenti per un totale di 17 vani sul viale Europa di Mondragone (Caserta) e un appartamento di 6 vani in via Torquato Tasso a Crispano, nel Napoletano, sono stati sequestrati dai carabinieri a tre parenti di Pasquale Fucito, ritenuto esponente di spicco del clan Sautto Ciccarelli, attivo tra Caivano e zone limitrofe.

ad

Il provvedimento di sequestro emesso dal gip su richiesta della DDA di Napoli, riguarda Francesco Salvati, Domenico Iaccarino e Vittoria Serulo, tutti legati da vincoli di parentela con Fucito, gia’ destinatario di una ordinanza di custodia cautelare perche’ ritenuto responsabile del reato di intestazione fittizia aggravato da finalita’ mafiose e di reimpiego di capitali illeciti aggravati da finalita’ mafiose.

Immobili troppo costosi per i redditi degli indagati

Secondo le indagini, le dichiarazioni dei collaboratori di giustizia e il provvedimento del giudice, Fucito ha acquistato gli immobili sequestrati grazie a denaro di provenienza illecita, intestandoli poi ai suoi parenti. Il primo indizio che ha portato gli inquirenti a scoprire i prestanome e’ stata la sproporzione tra redditi degli indagati e il costo degli immobili.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT